Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK

Arte e cultura

Natura impreziosita da originalità culturale? Sì, le Dolomiti, patrimonio UNESCO, conquistano anche con la storia di cui sono state teatro, una narrazione che parte molto lontano nel tempo, con popoli e dominazioni diverse, e che si legge tutt’ora nei costumi, nelle tradizioni e nelle testimonianze archeologiche, artistiche ed architettoniche disseminate in tutto il territorio della provincia di Belluno o conservate nei numerosi musei.

Dall’architettura rurale, come gli antichi edifici in legno costruiti con la tecnica del blockbau che si incontrano nei borghi di montagna, alle eleganti Ville Venete della Val Belluna; dai palazzi storici di Belluno e Feltre che richiamano le sinuose linee dell’architettura veneziana alle mille chiesette che segnano un percorso artistico fatto di grandi e piccole eccellenze. Pieve di Cadore, città natale del famoso pittore Tiziano Vecellio; Cibiana di Cadore, il paese dei murales; i 2 musei più alti d’Europa - il Museo della Grande Guerra in Marmolada a 2950 m ed il Messner Mountain Museum o “Museo delle nuvole” sul Monte Rite a 2181 m; i quadri di De Pisis e Guttuso del Museo d’Arte Moderna “Mario Rimoldi” di Cortina d’Ampezzo; gli “oggetti di vita” del Museo Etnografico della Provincia di Belluno a Seravella di Cesiomaggiore… le suggestioni per una vacanza culturale sono davvero tantissime, basta lasciare libera la curiosità.

Il ricordo della Grande Guerra è particolarmente vivo sulle Dolomiti: 29 lunghissimi mesi di combattimento hanno lasciato molte tracce nel paesaggio. Resti di postazioni, trincee, forti, percorsi storici lungo il fronte: occasioni di scoperta di uno speciale legame tra la gente e la storia, ad un secolo di distanza, per conoscere e non dimenticare.

Non possono mancare, in una vacanza culturale, gli eventi che fanno rivivere le antiche tradizioni: ecco allora il Carnevale di Sappada, del Comelico, della Val di Zoldo e festività paesane che scandiscono il passare delle stagioni, come la “desmontegada”, la discesa dall’alpeggio delle mandrie vestite a festa. Tutte  occasioni per respirare un’atmosfera di autenticità e per assaporare la cucina tipica, di per sé gustosa occasione di scoperta culturale.

Accanto a tradizioni e folclore le Dolomiti sanno aprirsi alla contemporaneità, diventando palcoscenico di eventi di grande attualità e tendenza, come le importanti rassegne culturali di Cortina d’Ampezzo, tra letture, concerti e vernissage, per una cultura a 360° dalle originalissime sfumature.

Dolomiti: dove il fascino della scoperta non si esaurisce mai.

Consorzio Dolomiti Belluno
Via San Lucano, 36
32100 Belluno (BL)
Tel. +39 0437 941148
fax +39 0437 944202
info@belledolomiti.it