Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK

Itinerari tematici

Le Dolomiti, montagne che, come disse Papa Giovanni Paolo II, “suscitano nel cuore il senso dell'infinito, con il desiderio di sollevare la mente verso ciò che è sublime", sono luoghi dove l’anima può ritrovarsi, lasciandosi ispirare dalla bellezza del Creato.

Camminare nel silenzio della natura ascoltando il proprio cuore e confrontandosi con la gente del luogo per rivivere la storia, la cultura e le tradizioni di un tempo: questo è il Cammino delle Dolomiti. Non un semplice trekking, ma un itinerario che abbraccia i luoghi più suggestivi della Provincia di Belluno, per scoprire la dimensione più autentica delle Dolomiti. Trenta tappe e quattordici digressioni attraverso angoli nascosti di natura e luoghi caratterizzati dalle più importanti testimonianze storico ed artistiche. Partenza ed arrivo dell’itinerario ad anello è il Santuario dei Martiri Vittore e Corona ad Anzù di Feltre. Da qui il percorso tocca la città di Feltre, i territori della Valbelluna nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, la Valle Imperina, la Valle di San Lucano e Canale d’Agordo, paese natale di Papa Luciani. Salendo ancora si fiancheggiano il Col di Lana e le trincee della Prima Guerra Mondiale, il Castello di Andraz, si valica il Passo Falzarego sino a raggiungere Cortina d’Ampezzo e quindi Misurina. Dopo Auronzo di Cadore ci si inoltra nella verdeggiante area del Comelico e di Sappada, con la Val Visdende, passando poi per Lorenzago di Cadore, luogo di villeggiatura dei Papi e per Pieve di Cadore, paese natale del pittore Tiziano. Scendendo verso sud il Cammino tocca Longarone e la Diga del Vajont, l’Alpago, il Nevegal ed il capoluogo Belluno, per concludersi, attraverso la sinistra Piave, al santuario iniziale.

Altro spunto interessante è la Via dei Papi, percorso tra le terre di nascita dei due papi bellunesi Giovanni Paolo I, nato a Canale d’Agordo e Gregorio XVI, nato a Belluno, ma anche tra le montagne frequentate da Benedetto XVI e soprattutto da Giovanni Paolo II che sulle Dolomiti hanno trovato un luogo ideale per le loro vacanze estive

Le incomparabili bellezze paesaggistiche delle valli custodite dello sguardo protettivo delle Dolomiti, l’antica tradizione religiosa, testimoniata dalle emergenze artistiche legate alla fede e dai capolavori connessi al culto religioso conservati nei musei, creano in Provincia di Belluno un unicum di natura, cultura e spiritualità che trasmette emozioni autentiche.

Consorzio Dolomiti Belluno
Via San Lucano, 36
32100 Belluno (BL)
Tel. +39 0437 941148
fax +39 0437 944202
info@belledolomiti.it